Ogni viaggiatore che si rispetti tiene un diario di bordo. Raccontare è come viaggiare, e se non porti con te un po' dell'altro, i tuoi orizzonti saranno sempre ridotti a quello che hai creduto di vedere.


Antonello Messina



sabato 9 febbraio 2013

L'inizio della fine.



Ci sono persone che fanno la differenza, grazie alle quali il mondo ci svela di tanto in tanto qualcosa di sensato. L'altruismo e la capacità di amare ciò che non è tuo, in questo nostro tempo sono due elementi rari e preziosi. Fino a dicembre prossimo non pubblicherò altre storie, poiché queste, insieme alla mia musica e alla pittura, diventeranno un unico progetto che raccoglierà ciò che mi ha (da sempre) appassionato.

Musica, pittura e scrittura insieme, legate da un unico filo conduttore, un nuovo album, un libro.
Col tempo, avrò modo di ringraziare chi con me crede che questi tre elementi possano diventare qualcosa di vivo.

Un pensiero speciale a Giuseppe Bugarella. Un disoccupato della provincia di Trapani che oggi costituzione alla mano, ha messo una corda attorno al collo, aggiungendo il proprio nome alla lista degli uomini che si sono uccisi perché traditi dallo Stato e dalla "nostra" società. Oggi mi vergogno di essere un uomo, ma soprattutto un italiano. Ricordate questo nome, quando presto andrete a votare.. bisogna ricordare...qualche volta.




Antonello dipinge Begzada (Fribourg 2013)


1 commento:

  1. ho paura, paura che tanti Italiani non possano capire la storia politica di questo Paese, e dire che é tanto semplice aggiustare il Paese : RAGIONARE CON LA PROPRIA TESTA ED ENTRARE NELLA CABINA ELETTORALE PENSANDO PASSATO PRESENTE E FUTURO..... Franco aus Graz

    RispondiElimina

Grazie per il tuo comment.